L’Utopia a Guggenheim di Venezia




Eventi | Redazione Citycool | 16 giugno 2010 alle 15:00

guggenheim-veniceIl Museo Guggenheim è un luogo importante per l’arte contemporanea mondiale. Le sue location sono sparse nel mondo, diversi sono infatti i musei della Fondazione Solomon R. Guggenheim, New York, Bilbao, Berlino.
Fino al Guggenheim Venezia, dove ha sede la Peggy Guggenheim Collection, a Palazzo Venier dei Leoni a Dorsoduro, sul Canal Grande, in quella che fu l’abitazione di Peggy Guggenheim. Il museo – inaugurato nel 1980 – ospita la collezione personale di arte del ventesimo secolo di Peggy Guggenheim, oltre ai capolavori della Collezione Gianni Mattioli, il Giardino delle sculture Nasher e importanti mostre temporanee.
Qui è in corso, fino al 25 luglio 2010, la mostra “Utopia Matters: dalle confraternite al Bauhaus”, a cura di Vivien Greene, Curator of 19th- and Early 20th-Century Art al Guggenheim Museum di New York.
Si tratta di una mostra importante e suggestiva che, attraverso oltre 70 opere, tra dipinti, sculture, disegni, oggetti di design, fotografie e stampe, esamina l’evoluzione degli ideali utopici nel pensiero e nella pratica artistica occidentale moderna, prendendo in esame una serie di casi studio internazionali significativi dei molti aspetti che l’utopia assume se adottata dai movimenti artistici, dalle confraternite ottocentesche fino alle avanguardie del primo dopoguerra. I movimenti interessati sono i Primitifs francesi, i Nazareni tedeschi, i Preraffaelliti inglesi, l’eclettico artista inglese William Morris con il movimento internazionale dell’Arts and Crafts, la Cornish Colony americana, il Neo-Impressionismo francese, il De Stijl olandese, il Bauhaus tedesco, per arrivare al Costruttivismo russo. La mostra annovera prestiti dai più importanti musei del mondo, dal Metropolitan al Solomon R. Guggenheim, dal Moma al Brooklyn Museum di New York, dalla Tate Britain al Victoria and Albert Museum di Londra.
Molte sono le iniziative collaterali che hanno allargato l’interesse verso l’esposizione, coinvolgendo un pubblico molto ampio. Basti pensare agli Happyspritz@Guggenheim, serate conviviali organizzate a maggio all’interno del giardino del museo, dove arte e musica si sono mescolate raccogliendo – come già nel 2009 quando attirò più di 4000 persone – un interesse ed una partecipazione notevoli. Ospite della serata è stato anche il rapper Frankie HI NRG MC che ha sottolineato come “nel momento in cui si partecipa ad un evento ‘leggero’ come happyspritz@guggenheim, esso serve a trasmettere con la stessa leggerezza e buona disposizione non solo la musica ma anche l’arte. Non deve essere una situazione educativa, è più che altro una suggestione”.
Gli appuntamenti hanno toccato anche altri temi: “L’Utopia tra Arte e Musica”, ciclo di due incontri incentrati sulla presenza del tema dell’utopia nell’arte e nella musica tra la fine dell’Ottocento e il Bauhaus; “Leggere l’Utopia”, due incontri, aperti al pubblico, rivolti all’analisi del rapporto tra utopia e letteratura.
La mostra esplode il concetto dell’utopia, che lungi dall’essere un tema del passato, ha invece riferimenti nell’attualità, come spiega la curatrice Vivien Greene in una recente intervista:
”Il pensiero e la pratica utopistici si manifestano oggi in molti modi differenti. Direi che i gruppi impegnati nelle cause ambientaliste possono essere un buon esempio. Ci sono comunità che praticano il ritorno ad un’agricoltura biologica con coltivazioni su piccola scala. Gli edifici ‘verdi’ che si auto sostengono, riciclando acqua o generando calore sfruttando l’energia solare, sono un altro esempio di ciò che, nella nostra società contemporanea, può essere identificato come ‘utopico’. Il riciclo stesso dei materiali può essere un ulteriore esempio”.

UTOPIA MATTERS: DALLE CONFRATERNITE AL BAUHAUS
Fino al 25 luglio 2010

Peggy Guggenheim Collection
Dorsoduro 701, 30123 Venezia
Orario d’apertura: 10.00-18.00
Chiuso il martedì
Ingresso: euro 12;
Euro 10 senior oltre i 65 anni;
Euro 7 studenti;
Gratuito 0-10 anni
www.guggenheim-venice.it
peggyg.mobi
info@guggenheim-venice.it

Tags: ,

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO!


Venezia su Facebook: ti piace? Sottoscrivi il nostro feed RSS

Citycool su Facebook





Articolo scritto da Redazione Citycool

Redazione Citycool Redazione Citycool Citycool - Le notizie viste da chi le vive
Sito: http://www.citycool.it/


Lascia un commento